Il gioco – ebook

Valutato 5.00 su 5 su base di 1 recensioni
(1 recensione del cliente)

3,49

1000 disponibili

COD: ISBN 9788833281117 Categorie: , Tag: ,

Descrizione

Paolo è un aspirante attore, Agata vorrebbe fare la scrittrice. Riuscirà il curioso metodo della dottoressa Zeta ad andare contro il Caso e il Libero Arbitrio, facendo compiere alla loro vita una svolta positiva?

Paolo è un aspirante attore, Agata vuole fare la scrittrice. Vivono sullo stesso pianerottolo e sono entrambi squattrinati, senza troppe prospettive e prossimi all’esaurimento nervoso. Sono anime perse e ferite.
Dall’attico del loro stesso palazzo arriva una risposta inaspettata e stravagante ai loro problemi. La dottoressa Zeta, ex psicoanalista pentita e sedicente “consulente filosofica”, li introduce ad un curioso metodo di sua invenzione: il gioco delle cinque possibilità.
Il “gioco” consiste nello stilare, dinanzi a una decisione da prendere, cinque possibilità di azione, sorteggiarne una e attenersi scrupolosamente a essa, mettendo in discussione il senso del Caso e del Libero Arbitrio. La dottoressa l’ha creato per cercare di aiutare i pazienti – o “allievi”, come preferisce definirli – prigionieri della depressione, incapaci di concepire una qualche azione vitale in grado di farli risalire dal baratro.
Il curioso metodo sembra funzionare: scardina i blocchi, riporta alla vita, rende possibile l’impensabile. Grazie a esso dapprima Paolo, poi anche Agata, riescono a dare più di una svolta positiva alle loro esistenze. Fino a innamorarsi, a diventare coppia, a trovarsi sul punto di formare una famiglia, di diventare genitori.
Ma cosa accade quando si diventa dipendenti dal “gioco” al punto di non poterne più fare a meno, tanto da rischiare di buttare all’aria tutto ciò che si è conquistato grazie a esso?
Ben presto il metodo della dottoressa Zeta rivela l’altra faccia della medaglia e la relazione fra i due giovani e la loro mentore si trasforma in un triangolo pericoloso in cui i ruoli di vittima e carnefice si alternano e scambiano di continuo. Anche perché la dottoressa, dietro la maschera impenetrabile di disincanto che si è costruita, è anche lei un’anima ferita, profondamente, e oppressa dagli stessi sensi di colpa dai quali tenta di liberare i pazienti. E non cerca, forse, che una irrazionale espiazione.

Informazioni aggiuntive

Autore

Franca De Angelis

Pagine ebook

101

1 recensione per Il gioco – ebook

  1. Valutato 5 su 5

    Dora

    CINQUE PEZZI DI CARTA, CINQUE POSSIBILITÀ. UN GIOCO, UN METODO, LA SOLUZIONE, L’INIZIO. TUTTO DIPENDE DALL’INTERPRETAZIONE CHE SI VUOLE DARE, IL RISULTATO NON CAMBIA. A FARLO SARÀ LA VITA, L’APPROCCIO A QUELLI CHE RITENIAMO I MURI INSORMONTABILI DELLA NOSTRA ESISTENZA.
    FRANCA DE ANGELIS CI MOSTRA COME LA NOSTRA FRAGILITÀ POSSA ESSERE SOLO UNA SCUSA SE MESSA DI FRONTE ALLE VARIE POSSIBILITÀ DELLA NOSTRA STESSA VITA.
    IL LAVORO TEATRALE CHE IL LETTORE SI TROVA DAVANTI HA COME PROTAGONISTI AGATA E PAOLO, DIRIMPETTAI NELLO STESSO CONDOMINIO. SEMBRA CHE A LEI, AGATA, LE COSE NON VADANO PER NIENTE BENE: PASSA LE GIORNATE A DORMIRE IN UN APPARTAMENTO CHE NON PUÒ PIÙ PERMETTERSI PERCHÉ NON HA NEMMENO PIÙ UN LAVORO. POI UN GIORNO PAOLO IRROMPE NELLA SUA VITA, QUASI CON GENTILE PREPOTENZA, RISOLLEVANDOLE IL MORALE E INSEGNANDOLE IL “GIOCO”. NO, NIENTE CARTE O DADI, E NEMMENO GIOCHI DI SOCIETÀ, BENSÌ QUALCOSA CHE LA DOTTORESSA ZETA, COME LA CHIAMANO AFFETTUOSAMENTE I SUOI PAZIENTI, HA INSEGNATO A LUI. SI TRATTA DI RISERVARSI DELLE POSSIBILITÀ, DELLE SCELTE CHE SI POTREBBERO FARE NELLA VITA E CHE SPESSO, PER PIGRIZIA, NON CI SI CONCEDE. È LA STESSA DOTTORESSA CHE NEI SUOI MONOLOGHI AL PUBBLICO, CHE A SUA INSAPUTA VESTE I PANNI DELLE FORZE DELL’ORDINE, SPIEGA LE REGOLE. LEI PROVA A FARCI CAPIRE LE IMPLICAZIONI DI QUELLO CHE SEMBRA SOLO UN GIOCO, MA È QUASI UNO STILE DI VITA. PERCHÉ UNA VOLTA SCELTO IL BIGLIETTINO BISOGNA PORTARE A COMPIMENTO QUELLO CHE VI TROVEREMO SCRITTO, CHE SIA LASCIARE UN FIDANZATO O VISITARE UN MUSEO, ADDIRITTURA COMPIERE AZIONI POCO ONESTE O BUONE. NON VI SONO TRANELLI, FORSE SOLO UN PO’ DI DIPENDENZA, LA STESSA CHE CONTAGIA PAOLO E FA DISPERARE AGATA FINO A UN EPILOGO INASPETTATO CHE POI, CARO LETTORE, È SOLO UN’ALTRA POSSIBILITÀ DELLA NOSTRA VITA.

    UN LAVORO SUPERBO, AVVOLGENTE E CHE FA BATTERE IL CUORE MENTRE TI CHIEDI COSA SCRIVERESTI TU NEI FAMOSI CINQUE BIGLIETTI E MENTRE SEI LÌ A MEDITARE TI RENDI CONTO DELLE POSSIBILITÀ CHE HAI DAVANTI SENZA PREOCCUPARTI DI METTERLE IN ATTO. UNA VERA SFIDA LANCIATA AL DESTINO PER PRENDERSI BEFFA DI LUI E RIPRENDERSI IN MANO LE REDINI DELLA NOSTRA ESISTENZA…O È ANCH’ESSO SCRITTO IN QUALCHE LIBRO DELLA VITA?

    QUEST’OPERA TEATRALE PORTA DAVVERO IL LETTORE A RIFLETTERE SE TUTTO CIÒ CHE CI CIRCONDA L’ABBIAMO VOLUTO NOI, SIA SOLO IL FRUTTO DEL CASO SCELTO DA QUALCHE ENTITÀ DIVINA O SIA SOLO LA LIBERA SCELTA DI UN BIGLIETTINO CON UNA POSSIBILITÀ SCRITTA DA NOI.

    HO TROVATO MAGISTRALE (NON POTEVA ESSERE DIVERSAMENTE DATA L’ESPERIENZA IN CAMPO DELL’AUTRICE) IL MODO IN CUI IL LETTORE SI SENTE CATAPULTATO DENTRO A QUELLE VITE CHE NON GLI APPARTENGONO MENTRE SI CHIEDE SE PER LUI “IL GIOCO” FUNZIONERÀ, SE HA SENSO PROVARLO E SE TROVERÀ IL CORAGGIO DI FARE CIÒ CHE PESCHERÀ. MA SOPRATTUTTO, CI SERVE? NON POSSO, INFATTI, NON RICORDARE CHE SPESSO SAPPIAMO ESATTAMENTE COSA VOGLIAMO, ANCHE SE NON CE NE RENDIAMO CONTO:“QUANDO TI TROVI DAVANTI A DUE DECISIONI, LANCIA IN ARIA UNA MONETA. NON PERCHÉ FARÀ LA SCELTA GIUSTA AL POSTO TUO, MA PERCHÉ NELL’ESATTO MOMENTO IN CUI LA MONETA È IN ARIA, SAPRAI IMPROVVISAMENTE IN COSA STAI SPERANDO” DICEVA BOB MARLEY… E LA COSA DOVREBBE FARCI RIFLETTERE.
    BUONA LETTURA.

Aggiungi una recensione