Stefania Miola

Stefania Miola nasce il 7/02/1975. Vive con la sua famiglia in un paese alle porte di Torino. Da sempre nutre un amore sconfinato per l’arte in tutte le sue espressioni.
Esordisce nel 2015 con il suo primo libro edito da Rupe Mutevole Edizioni dal titolo “Un Unico Cielo il solo Vero…” prefazione del cantautore, scrittore e giornalista Enrico Nascimbeni.
In alcune recensioni viene definita la poetessa dell’innocenza. Fa scendere le sue emozioni sulla carta come una pioggia sottile e lucente. “ È una pioggia riversa in me, un mare che non riesco a contenere tutto “ dice l’autrice.
Testi dal sapore anticonvenzionale incuranti della metrica e dei vocaboli ricercati tipici della poesia ma che riescono ad avvolgere ed accarezzare l’anima del lettore . Parole molto intense che vanno dritto al punto e al cuore. Cambia pelle, ma non il vizio che contraddistingue il suo modo di scrivere, trascinando all’infinito le emozioni attraverso l’utilizzo dei puntini di sospensione.
Come ella stessa afferma la semplicità è estremamente complicata, e la sensibilità viene spesso confusa con la debolezza. Essere donne è un’esperienza meravigliosa e magica, così come essere vivi.
“Sono stata considerata per anni la ragazza della porta accanto” ma ora chiamatemi strega per bene.

Per Le Mezzelane Casa Editrice ha pubblicato

Viole nel deserto